(Nella Photo Aristocampo, campo dei fiori, Roma, da sito Aristocampo.it)

I sampietrini, il ponentino, le luci della città eterna, Trastevere, Torre Argentina, Piazza Navona, via del Governo Vecchio per passare a salutare Pasquino... cosa è meglio di una bella passeggiata tra le vie di Roma?

E se ci viene fame?

Ma che domande sono? Roma è la regina del cibo da strada!

In ogni via del centro, quasi per tutto l'anno, non è difficile trovare chi arrostisce le castagne attrezzato con banchetti pittoreschi. Ma quanti di voi nel posto più romantico della città, il Giardino degli Aranci, non hanno incontrato la signora delle pannocchie. Lei sta lì e arrostisce le pannocchie di mais per pochi euro, profumando quel posto incantato.

Ma se siete più di sostanza, non sarà difficile trovare un panino con la porchetta o una pizza bianca con la mortadella, basta avvicinarsi a Campo de' Fiori. Da Aristo Campo o al Forno sarete esauditi.

Se poi preferite un'esperienza da street food gourmet, in Prati c'è Pizzarium. Potete mettervi nelle manone sapienti di Gabriele Bonci, chiudere gli occhi e assaporare il paradiso fatto focaccia o pizza al taglio. Ingredienti di prima scelta e una festa per gli occhi, ma prelevate prima di andarci, sarà anche cibo da strada, ma la qualità si paga.

Se invece vi trovate al Testaccio è da 00100 Pizza che dovete andare. Il posto è famoso per il trapizzino, detto anche lo sfizio capitolino, voi non fate domande ordinate e mangiate! È una sorta di focaccia piegata ripiena di ogni ben di Dio. Se non vi trovate da quelle parti non vi preoccupate, si stanno attrezzando per aprirne uno in ogni angolo di Roma.

Poi se vorrete passeggiare fra le viuzze di trastevere non vi sarà difficile accompagnare un supplì con un vinello di Frascati ghiacciato. Se volete assaggiare del sano cibo romano da strada a Trastevere, allontanatevi dalle vie del turismo, perdetevi nei vicoli fatti di mattoncini. Su viale Trastevere troverete Giselda, nasce come forno e poi diventa tavola calda, nonostante il localino un po' chic, conserva un'atmosfera rustica che sa di farina di semola e affettati.

Il migliore supplì è al quartiere San Giovanni, da Re di Roma Pizza. Qualcuno dice che abbia perso il suo smalto, ma i consensi non sembrano calare, prepara le palle di riso più condite e saporite della capitale.

Ovviamente c'è “Dal Filettaro”. Più che altro è una leggenda che aleggia su Campo de' Fiori. Insomma se avete solo 5 euro in tasca, lo stomaco forte e tanta fame, il suo baccalà fritto è quello che fa per voi.

L'appuntamento per gustare vino dei Castelli, porchetta, fiori di zucca e baccalà fritti, è l'Ottombrata Monticiana. Il quartiere Monti si anima di stornellari e banchetti di pasta e fagioli. Le date non sono ancora uscite perciò occhio al calendario. Ad ogni modo non mancheranno occasioni come questa, ogni rione, ogni quartiere ne ha uno. Perciò bisogna solo scegliere dove andare nell'attesa del Food Truck Fest che si terrà a Roma dal 6 all'otto di luglio del prossimo anno.